Microsoft, storia di un monopolio

di Carlo Gubitosa

La vera storia del colosso del software per Pc, dalla nascita del DOS al processo antitrust. Il vero volto del “sogno americano”

Il coro unanime dei media commerciali ha indubbiamente contribuito negli ultimi anni ad alimentare l’ideologia del “sogno americano”, quella falsa visione della realtà per cui in America, la “terra delle opportunità”, anche un semplice lustrascarpe può diventare presidente. Purtroppo le regole del gioco dettate dall’economia di mercato sono ben lontane dall’offrire a tutti le stesse opportunità, e la storia insegna che per diventare presidente degli Stati Uniti ci vogliono almeno i soldi necessari a pagarsi la campagna elettorale.

Osservando la realtà da una prospettiva meno ingenua e più disincantata ci accorgiamo che in genere la ricchezza è una “malattia” ereditaria. Ciò nonostante nell’immaginario collettivo il mito dell’uomo “che si è fatto da sé” continua a persistere, forse perché ci fa piacere pensare che anche noi un giorno potremo diventare miliardari con la giusta dose di bravura, anziché ammettere più onestamente che con tutta probabilità i soldi nelle nostre tasche continueranno a rimanere più o meno gli stessi.

È così che nascono storie e “leggende metropolitane” nelle quali la verità storica si mescola e confonde con la fantasia. I giornali ci hanno raccontato in più di una occasione dei tempi in cui un giovane Berlusconi suonava il sassofono sulle navi da crociera per mettere da parte un gruzzoletto che sarà il primo mattone del suo impero economico. Persino nei fumetti lo Zio Paperone parla delle sue avventure ai tempi della corsa all’oro, quando tutti i suoi averi sono un setaccio ed un piccone, che gli bastano per diventare il “papero più ricco del mondo”.continua a leggere…..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: