Che cos’è l’ESP e come funziona?

I 5 elementi dell’ESP: 1. La centralina idraulica;
2. I sensori del numero di giri delle ruote;
3. Sensore dell’angolo di sterzata; 4. Sensore del tasso
di rotazione e dell’accellerazione trasversale;
5. Centralina per la comunicaziobne con il motore.

L’ESP è il Programma Elettronico di Stabilità, un dispositivo antisbandata ideato nel 1995 dalla Bosh. Alcuni sensori, posizionati sulle 4 ruote dell’auto e sullo sterzo, inviano segnali ad un microcomputer, che verifica che la direzione di marcia corrisponda effettivamente alle intenzioni del guidatore. In pratica 25 volte al secondo l’ESP controlla dove vuole andare il conducente e dove, in realtà, sta andando il veicolo.

In caso di guai
Se l’auto sbanda per un errore del guidatore o a causa di una manovra veloce per evitare un ostacolo improvviso che si presenta in mezzo alla strada, l’ESP interviene prontamente, in modo più rapido di quanto possa fare l’uomo.
L’ ESP può frenare ogni singola ruota, indipendentemente l’una dall’altra, in misura diversa affinché l’autoveicolo mantenga la corretta traiettoria. L’ESP, inoltre, può intervenire anche a livello di motore e di cambio.

Prevenire è meglio
Si tratta, come per l’ABS, di un sistema di sicurezza attivo: è cioè in grado di intervenire prima che avvenga l’incidente, evitandolo. Nonostante la sua efficacia e la sua utilità (un quarto degli incidenti automobilistici è dovuto a sbandamento), non è ancora di serie: in Italia nel 2005 ne erano dotate soltanto il 31% delle vetture.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: