Dallo Zecchino d’oro alla lista dell’Udc:corre con Casini il «bambino» di Popoff

Valter Brugiolo aveva conquistato l’Italia nel 1967 cantando le disavventure del cosacco cicciottello

Valter Brugiolo ai giorni nostri
MILANO – «Nella steppa sconfinata / a 40 sotto zero / se ne infischiano del gelo / i cosacchi dello Zar!». E adesso in fondo se ne infischia pure lui, ValterBrugiolo, che nel 1967 aveva cinque anni e conquistò lo Zecchino d’oro e l’Italia cantando le imprese del cosacco cicciottello che rimaneva indietro rispetto ai compagni diretti al fiume Don, «Ma Popoff / sbuffa, sbuffa e dopo un po’ / gli si affonda lo stivale nella neve e resta lì». Anche Brugiolo resta lì, e poco importa se nelle varie liste ai quattro angoli del Paese viaggiano in prima linea segretarie e pregiudicati, fisioterapiste di fiducia e gggiovani di bella presenza. Lui, candidato numero 19 dell’Udc alla Camera in Emilia-Romagna, l’altro giorno stava a fianco di Casini in un comizio all’Antoniano di Bologna ed è contento così, «io credo nella dottrina della Chiesa, nel valore della testimonianza, è importante cercare di portare un po’ di credibilità anche in politica, parlare di famiglia e principi non negoziabili, se pensassi a correre solo per vincere avrei preso da tempo strade diverse…».

Ascolta: «Popoff» allo Zecchino del 1967

Brugiolo nel ’67 durante l’esibizione con il coro dell’Antoniano
Disarmante, Brugiolo. Dopo la vittoria allo Zecchino, quel bimbo dal caschetto biondo, che cantava serissimo il suo «Popoff» con le braccia dietro la schiena (su Youtube il video continua ad avere un suo pubblico: quasi settantamila spettatori) era diventato popolarissimo. Film musicali tipo Zum zum zum e spot per Carosello, a pensarci ancora ride, «c’erano due cose che non sopportavo da bambino: le banane e i formaggini. Crede mi abbiano proposto la Nutella? Macché, mi toccò la pubblicità dei formaggini…». E poi le serate in giro per l’Italia, «Cinecittà, Napoli, Capri», finché i genitori dissero: basta. «Hanno fatto una grande scelta, dicevano che quella vita non era adatta per un bimbo della mia età: e non è che fosse facile, la mia non era una famiglia agiata, avevano un mulino da portare avanti e sapevano bene cosa vuol dire la fatica, guadagnarsi la pagnotta. Se vorrai diventare cantante, dicevano, lo farai da grande…». Ora Valter ha 46 anni, si è laureato in Economia e commercio mentre aiutava suo padre al mulino e lavora come responsabile dei sistemi informatici in una coop di Bologna.. Vive ancora nel suo paese, a San Venanzio di Galliera.

E canta nella corale della parrocchia dove sua moglie Alessandra fa la catechista, «ho frequentato anche un corso di due anni in seminario per fare l’accolito, una figura che aiuta il parroco anche nella comunione, del resto facevo il chierichetto da quando avevo quattro anni…». Si sono sposati vent’anni fa, anche lei è una ragazza del paese, «abbiamo scoperto una foto dove io sto sulla giostra a quattro anni e lei è lì vicino, quasi in fasce!». Hanno quattro figli, «tre adottati e uno in affido». E basterebbe tutto questo a spiegare che cosa vorrebbe portare in politica. Se gli chiedi di Cuffaro sbuffa: «Non giudico chi non conosco. Ecco, magari in certi casi bisognerebbe farsi da parte in attesa che tutto si chiarisca, e non parlo solo di lui. In politica bisognerebbe essere credibili». E pazienza se non potrà essere eletto. In fondo il suo cosacco, mentre gli altri cedevano sfiniti, alla fine ce l’ha fatta, «Ma Popoff così tondo che farà /rotolando nella neve / fino al fiume arriverà!».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: