«Voto utile», convinti 6 elettori su 10

7.gif
Ma tra l’elettorato del partito di Veltroni quasi un votante su 3 non condivide l’appello anti-“spreco” di Pd e Pdl

MILANO – Ancora negli ultimi giorni, i leader dei due maggiori schieramenti, Silvio Berlusconi e Walter Veltroni, hanno entrambi sottolineato la necessità, a loro avviso, di dare un «voto utile». Come si sa, essi argomentano che sarebbe uno «spreco» attribuire il proprio consenso elettorale a quelle forze che, non riuscendo a superare la soglia minima di ammissione, non avrebbero comunque possibilità di accedere alla distribuzione dei seggi nel futuro Parlamento.

SOGLIE DI SBARRAMENTO – Il ragionamento viene applicato sia alle elezioni per la Camera dei Deputati, sia per quelle del Senato, ma acquista maggior valenza in questo secondo caso. Per la Camera dei Deputati, infatti, la soglia è pari al 4% dei voti ottenuti a livello nazionale. Diversi partiti rischiano di non raggiungere questo limite e di essere di conseguenza esclusi dalla rappresentanza. Per il Senato la situazione è più complessa. Non solo la soglia di sbarramento, infatti, è doppia e pari all’8% ma, quel che è più importante, si applica a livello della singola regione. Ciò significa che se una forza politica ottiene più dell’8% in una data regione, concorre alla ripartizione dei seggi senatoriali attribuiti in quel contesto, ma non necessariamente in altri. Per le due forze maggiori il problema non si pone, poiché entrambe superano di gran lunga l’8%. D’altra parte, la maggior parte dei piccoli partiti è lontana da questa quota di consensi. Ma due forze politiche sembrano ottenere, almeno sulla base dei sondaggi effettuati sino a questo momento, proprio questa percentuale di voti, superandola in certe regioni, ma rimanendo al di sotto in altre. Si tratta dell’Unione di Centro e della Sinistra l’Arcobaleno.

IL VOTO ULTILE E IL PREMIO DI MAGGIORANZA – È importante sottolineare un dato che può apparire tecnico: nelle regioni ove supereranno l’8% queste forze toglieranno senatori al perdente tra i due partiti maggiori, PD o PDL, ciò che non accadrebbe se non raggiungessero la soglia in questione. Infatti, il vincente tra PD e PDL avrà senz’altro i seggi senatoriali derivanti dall’applicazione del premio di maggioranza, anch’esso computato a livello regionale. I seggi restanti saranno divisi tra il soccombente tra i due maggiori partiti e, eventualmente, le altre forze che supereranno l’8% e che quindi entreranno nella spartizione della “torta” residua. Per questo, i due partiti maggiori hanno tutto l’interesse a concentrare i voti su sé stessi, evitando, specie al Senato, che altri raggiungano la soglia di ammissione.
Il sondaggio

PIU’ SCETTICI NEL PD – Ma in che misura l’elettorato è persuaso dell’idea del voto utile? Un recente sondaggio ha mostrato che la gran parte – il 60% degli elettori – condivide questo argomento e intende applicarlo. Ma questa quota è inferiore a quella del complesso dei votanti per i due maggiori partiti. Infatti, molti, anche all’interno di PD e PDL non sono convinti fino in fondo dell’opportunità del «voto utile». Lo scetticismo appare più intenso tra l’elettorato della coalizione di Veltroni, ove quasi un votante su tre non condivide l’idea del voto utile. Dalle scelte dei perplessi sul «voto utile» dipende, di fatto, l’esito politico delle elezioni. Che si giocherà soprattutto sull’esistenza o meno di una maggioranza agibile in Senato, tale da permettere di governare. Come si è detto, essa verrà in larga parte determinata dal risultato delle singole regioni, dal raggiungimento dell’8% per i due partiti “concorrenti” a quelli maggiori e, dunque, dall’applicazione o meno dell’appello al «voto utile».

dg12.gif

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: