In Italia ogni giorno 350 milioni di email

email.gif

I risultati di una ricerca di Huma Highway per Tomato: attive 50 milioni di caselle di posta elettronica

MILANO – Ogni giorno gli utenti italiani di Internet ricevono qualcosa come 350 milioni di messaggi di posta elettronica. Ognuno di loro possiede generalmente più di un indirizzo email (la media è di 2,6) abitualmente utilizzato e nel complesso le caselle postali attive nel web italiano sono circa 50 milioni. E sono poco meno di 20 milioni i giovani di almeno 15 anni che hanno accesso alla Rete almeno una volta alla settimana. Sono questi alcuni dei dati che emergono da una ricerca che ContacLab, società che opera nel campo dei media digitali, ha affidato a Human Highway, istituto di ricerca specializzato proprio nelle indagini sul mondo di Internet e che sarà presentato in tutti i suoi dettagli mercoledì.

NEWSLETTER PER (QUASI) TUTTI – L’indagine mette in evidenza anche altri aspetti delle abitudini e delle consuetudini dei navigatori. Ad esempio, è estremamente ridotta la percentuale di coloro che non sottoscrivono alcun servizio di informazione via mail, come ad esempio le newsletter: meno di quattro utenti su cento fanno completamente a meno dei servizi offerti dalle diverse mailing list. Le più popolari e diffuse riguardano argomenti come viaggi e turismo, informazione e attualità e anche le online communities di cui si fa parte.

VENTI MESSAGGI AL GIORNO – Tra gli altri dati emersi dalla ricerca, va rilevato come almeno il 30% degli utenti Internet deve controllare ogni giorno almeno 20 comunicazioni email, mentre sono il 9% quelli che nella propria casella si ritrovano quotidianamente non meno di 50 nuovi messaggi. Dallo studio emerge anche che in generale un utente medio italiano del web sa riconosce lo spam e sa come destreggiarsi nel mettere in atto sistemi di autodifesa e di cancellazione dalle mailing list a cui non si ha più interesse ad appartenere.

DAL PC E DALLO SMARTPHONE – E’ stato preso in considerazione anche il tipo di «device» utilizzato per la consultazione delle mail: il grosso degli scambi avvengono tramite il pc fisso (82%) o portatile (53%), ma sono già quasi 3 milioni e mezzo coloro che hanno la possibilità di fare il check della propria in-box ovunque si trovino grazie all’utilizzo di dispositivi come gli smartphone. L’indagine è stata condotta su un campione di mille individui rappresentativo della popolazione italiana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: