Mosley, polemica infinita ”Bugiardo e pervertito”

Il ‘News Of the World’ pubblica un’intervista ad una delle donne ‘ingaggiate’ dal numero uno della Fia, al centro di uno scandalo per un video hard di stampo nazista: ”E’ stato lui a filmare tutto, e non era la prima volta che ci chiamava per soddisfare le sue voglie”

LONDRA – “Max Mosley ha filmato tutto per potersi gustare il video. E non era la prima volta che ci ingaggiava per soddisfare le sue voglie”. Dal ‘News of the World’, il giornale inglese che la scorsa settimana ha tirato fuori la storia del video hard a sfondo nazista che vede protagonista Mosley, arriva un nuovo colpo alla reputazione del numero uno della Fia. Mentre Mosley ha fatto sapere di aver avviato un’azione legale contro gli autori di una “disgustosa cospirazione”, il giornale torna alla carica con l’intervista di una delle donne ‘ingaggiate’ da Mosley. “Oggi -scrive il domenicale inglese- mostriamo Mosley come un bugiardo e un pervertito”.

Si fa riferimento alla testimonianza di una delle 5 prostitute presenti nell’appartamento di Chelsea la mattina di venerdì 28 marzo. “Max sapeva che l’orgia sarebbe stata a sfondo nazista perché lo ha ordinato lui”, dice la donna, che fornisce un dettaglio: Mosley avrebbe sistemato la sua videocamera nella stanza per riprendere tutto. “Noi stavamo solo seguendo i suoi ordini. Mi avevano avvertito che sarebbe stata usata soprattutto la lingua tedesca e che avrei potuto non capire i dialoghi”, aggiunge la 40enne, che conoscerebbe il cliente da anni. “Nessuno spende quel denaro senza dire cosa si aspetta esattamente. Non dice: ‘Ecco i soldi, fate cosa volete'”.

“Max -aggiunge- è un bugiardo. Adesso sta solo cercando di nascondere la verità, ma chiunque abbia un pO’ di cervello si rende conto di come siano andate veramente le cose”. Nel corso dello ‘show’, durato circa 5 ore, secondo la donna non sono mancati nemmeno momenti grotteschi. In alcune situazioni, in cui Mosley avrebbe faticato a rispettare il copione, “abbiamo faticato per trattenere le risate”. A quanto pare, l’orgia di dieci giorni fa non costituirebbe un episodio isolato. “Assolutamente no”, dice la fonte interpellata dal News of the world. “Lui chiede i nostri servizi 3 o 4 volte ogni anno. Accade soprattutto a Londra, in piccoli appartamenti che vengono affiffati come camere di tortura. Il tema non è sempre stato nazista: qualche volta abbiamo inscenato un processo che poteva durare fino a 5 ore”.

Mosley, che non sembra intenzionato a lasciare la presidenza della Fia, ha citato il giornale in giudizio denunciando la violazione della privacy e chiedendo un risarcimento per “danni illimitati”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: