Lacuna Seca, a Rossi il primo (vero) duello con Stoner

Il pesarese trionfa al termine di una gara entusiasmante. Sul podio anche Vermeulen

“IMMAGINI”

LAGUNA SECA (USA) – La battaglia di Lacuna Seca. Sul circuito americano Rossi e Stoner danno vita al duello più entusiasmante della stagione. Una sorta di corpo a corpo a tempi di record. E alla fine, dopo una gara classe&cuore, a trionfare è Valentino, che coglie il suo primo successo sul circuito americano e incrementa il vantaggio in classifica generale sul rivale (adesso è a +25).

Duelli e battaglie VALENTINO VS CASEY

LA CORSA – Per due terzi di gara, il centauro pesarese – partito bene dalla seconda posizione – è riuscito a tenere Casey dietro gli scarichi, rintuzzando subito ogni sorpasso ed evitando così che l’australiano facesse il vuoto dietro di sé, come accaduto nelle ultime gare. Per la prima volta, tra Rossi e Stoner è stato duello vero: mai i due sono rimasti appaiati assieme così a lungo in testa alla corsa, facendo il vuoto e girando costantemente un secondo, un secondo e mezzo più veloci del resto del gruppo. A otto giri dalla fine, la gara si decide. Messo sotto pressione, arriva infatti l’errore di Stoner: il pilota della Ducati va lungo dopo una staccata, cade sulla ghiaia e si rialza, ma Rossi può prendere il largo. Finisce con Valentino che taglia per primo il traguardo e si inchina a baciare l’asfalto del “cavatappi”. Dopo il rinnovo del contratto fino al 2010 con la Yamaha, il Dottore festeggia dunque il suo quarto successo stagionale.

GLI ALTRI – Sul podio anche Chris Vermeulen, terzo con la Suzuki davanti ad un ottimo Andrea Dovizioso (USA). Quinto posto per lo statunitense Nicky Hayden (Honda Repsol), vittorioso a Laguna Seca nel 2005 e nel 2006. Delusione per gli altri due italiani in gara: Loris Capirossi (Suzuki) ha chiuso quindicesimo a 1’08″207 da Rossi, seguito da Marco Melandri (Ducati), sedicesimo a 1’10″962. Brutta caduta per Jorge Lorenzo, che si è fratturato il terzo metatarso del piede sinistro.

CLASSIFICA – La vittoria ha permesso a Rossi di portarsi ora a quota 212 punti nella classifica iridata, mentre Stoner è secondo a quota 187. Alla gara non ha ovviamante preso parte lo spagnolo Daniel Pedrosa, tornato a casa dopo avere rinunciato alle qualifiche e dopo avere annunciato il forfait a causa dei postumi delle fratture al polso e alla mano sinistra e alla distorsione alla caviglia rimediate nella caduta di domenica scorsa al Sachsenring e dopo l’intervento chirurgico al quale era stato sottoposto a Barcellona. Pedrosa è adesso terzo nella classifica iridata a quota 171 punti, a -41 da Rossi e a -16 da Stoner.

VALENTINO – «Bella, una gara bellissima – commenta il Dottore dopo la festa del podio. – Da incorniciare e mettere tra le più belle della mia carriera. Per me è stata fantastica, per l’intensità, la grande battaglia con Stoner e i tanti sorpassi; è stata una vittoria importante ed anche la prima volta che riesco a vincere qui e per me resterà una gara indimenticabile». Sempre a rincorrere Stoner nelle libere, sempre dietro al missile Ducati anche nelle qualifiche e nel warm-up. «Però non abbiamo mai mollato -prosegue Valentino – e abbiamo fatto qualche modifica alla moto nel corso del warm-up e così sono riuscito a girare con un passo più veloce. Ho fatto una buona partenza – racconta il pesarese – e mi sono subito liberato di Hayden per attaccare Stoner. Con lui è stato un bel corpo a corpo, una bella lotta, come ai vecchi tempi. Finalmente sono riuscito a stare più vicino a Stoner, cosa che non mi riusciva da tempo. Mi sono accorto che ero più incisivo di lui in frenata e ho cercato di sfruttare questo mio vantaggio. Bello, mi sono divertito».

STONER – Stoner da parte sua ammette l’errore nella caduta ma attacca Rossi: «Valentino ha fatto una gara fantastica, aveva un gran passo. Nulla da dire sulla sua vittoria. La caduta è solo colpa mia, ho fatto un errore. Ma a un certo punto ci sono state azioni troppo al limite per me. In alcuni sorpassi siamo andati vicini al cadere. Siamo andati un po’ oltre il limite. Qui siamo aggressivi nelle gara e va bene, ma si cade facilmente e bisogna fare attenzione, è pericoloso». Anche se ha perso 5 punti da Rossi, Stoner resta ottimista per il prosieguo della stagione: «Sono contento, ci sono ancora tante gare. Anche questo risultato mi fa ben sperare, saremo forti anche nella seconda parte della stagione. Abbiamo conquistato parecchi punti in queste ultime gare. A un certo punto della stagione pensavo di essere fuori dalla lotta per il titolo, invece abbiamo recuperato. Ma dobbiamo continuare a spingere e migliorare. Sarà un campionato duro, anche perchè a Brno tornerà anche Pedrosa e sarà più difficile. Per cui dobbiamo fare il massimo».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: